In questo articolo trovi tutte le informazioni necessarie per leggere la bolletta luce di Tate sia di sintesi che di dettaglio.

Bolletta di sintesi

Titolo

Dalla sezione più alta della prima pagina della bolletta potrai capire subito qual è il mese a cui si riferisce la bolletta e il numero della fattura. Nel box blu invece è indicato il totale della fattura, la data di scadenza e il metodo di pagamento scelto per quella fornitura. 

Intestazione contratto e informazioni

Nella colonna a sinistra della prima pagina trovi indicati i dati dell'intestatario della fornitura (nome e cognome, indirizzo di fatturazione); i nostri contatti per richiedere informazioni e reclami; le informazioni sui pagamenti (da qui sai se le tue bollette precedenti sono state tutte pagate e trovi le soluzioni per procedere al saldo in caso di disguidi con l'addebito automatico); le informazioni di dettaglio (le istruzioni per accedere alla bolletta di dettaglio di Tate, che puoi anche scaricare comodamente dall'app); il bonus sociale (i suggerimenti per richiedere il bonus per casi di disagio fisico e/o economico). In fondo alla colonna ti ricordiamo che l'app di Tate è disponibile sia su App Store che su Google play.

Quadro sintetico importi fatturati

In questa sezione, la bolletta sintetica offre un quadro generale di tutte le spese che vanno a comporre il totale della fattura. Le voci presenti in ogni bolletta luce sono le seguenti: 

  • le Spese per la Materia Energia, 
  • le Spese per il Trasporto e la Gestione del Contatore, 
  • le Spese per Oneri di Sistema, 
  • l'IVA.

In questo articolo puoi approfondire nello specifico a cosa corrisponde ciascuna voce. Oltre alle voci sopraelencate, sporadicamente è inoltre possibile trovarne altre, come ad esempio la voce Ricalcoli, le Altre partite, il Bonus sociale e il Canone RAI. Infine, sempre in questa sezione è possibile conoscere i giorni precisi a cui la bolletta si riferisce.

Dati fornitura e fatturazione

In questo riquadro della bolletta puoi approfondire tutte le caratteristiche relative alla tua fornitura. In primo luogo qui puoi leggere il tuo codice POD, elemento fondamentale per tutto ciò che riguarda l'utenza. Sotto è indicato il numero di telefono del distributore locale, l'ente che si occupa della gestione del contatore e che puoi contattare in caso di guasti e di interruzione del contatore.
Alla sinistra sono segnalati i dati essenziali della fornitura, tra questi la tipologia di offerta (a prezzo variabile o fisso), la tipologia di utenza (domestico residente o non residente), la data di attivazione del contratto con Tate e la potenza del contatore (impegnata e disponibile).
Alla destra del riquadro invece viene presentato il costo medio unitario per la sola materia energia e il costo medio unitario in fattura, comprensivo di IVA. Per approfondire la differenza tra questi due costi ti rimandiamo alla lettura di questo articolo.

Dettaglio consumi storici 

Il dettaglio dei consumi storici è particolarmente importante perché ti permette di tenere sotto controllo i tuoi consumi. Il grafico a colonne viene popolato di mese in mese e segnala i tuoi consumi per ogni mese e per ciascuna fascia oraria. Sotto, trovi indicata anche la potenza massima prelevata a seconda del mese di riferimento.

Ulteriori informazioni

Nella colonna di sinistra della seconda pagina è possibile reperire ulteriori informazioni rispetto alla tua utenza. In particolare vengono segnalate alcune comunicazioni utili e volte alla trasparenza rispetto al canone RAI e ai corrispettivi dell'ARERA, l'Autorità che regola il mercato.

Letture e consumi

È da questa casella che puoi sapere se la bolletta è stata calcolata a stima oppure no. In questa sezione trovi le letture fatturate rilevate e/o stimate, i consumi effettivi e/o stimati divisi per fasce orarie. Questa sezione ti aiuta quindi a verificare lo stato di fatturazione della tua bolletta luce. Infatti, qualora la bolletta sia stimata troverai scritto che gli importi fatturati saranno oggetto di successivo ricalcolo. Sempre qui è indicata l'energia reattiva. Tale voce con le sue relative penali, seppur sempre presente, viene conteggiata solo se si supera i 16,5kW di potenza del contatore.

Dettaglio delle imposte

Il dettaglio delle imposte serve invece a mostrare le accise, le addizionali regionali e l'imposta sul valore aggiunto (IVA). Per le prime due voci sono indicate le singole aliquote, i quantitativi di energia elettrica cui sono applicate e l'ammontare complessivo, mentre per l'IVA è segnalata ciascuna aliquota applicata a seconda delle basi imponibili e il relativo ammontare.

Composizione mix energetico

Il mix nazionale che trovi in bolletta indica com'è prodotta l'energia a livello nazionale in termini percentuali. Non indica quindi il mix della nostra fornitura che è 100% verde, senza sovraccosti. 

Bolletta di dettaglio

Oltre a quanto già spiegato nella bolletta di sintesi, la prima pagina della bolletta di dettaglio e parte della seconda ti permettono di approfondire ogni singola voce che va a comporre ciascuna spesa della bolletta (spese per la Materia Energia, spese per il Trasporto e la Gestione del Contatore, spese per gli Oneri di Sistema). Aiutandoti a capire come viene calcolato e da cosa si compone il totale delle voci di spesa che vedi nella bolletta di sintesi.
La bolletta di dettaglio è inoltre fondamentale per approfondire a cosa corrisponde la voce Altre partite, che talvolta può essere indicata nella bolletta di sintesi. Le Altre partite infatti sono inserite in bolletta nei casi in cui occorre addebitare o accreditare importi che esulano dalle solite voci. Possono corrispondere per esempio alle spese del corrispettivo Cmor o alle spese legate alle prestazioni straordinarie, come l'aumento di potenza. Sempre nella seconda pagina trovi, solo per i casi interessati, eventuali sconti o il bonus sociale.

Hai trovato la risposta?