Dipende da quando viene sottoscritto il contratto (1), in quanto per legge dobbiamo rispettare delle precise scadenze (2) per disdire il tuo contratto con il tuo vecchio fornitore. Quindi, se richiedi il passaggio di fornitore entro il 5° giorno del corrente mese (c.m.) il contratto verrà attivato entro il 1° giorno del mese successivo (3). Se invece il cambio viene effettuato dopo il 5° giorno del c.m. Tate ti fornirà energia dal 1° giorno del secondo mese successivo (3).

Abbiamo cercato di ridurre al minimo le tempistiche, ma per legge dobbiamo rispettare delle precise scadenze per disdire il tuo contratto con il tuo vecchio fornitore. Di conseguenza, non ci è possibile accorciare ulteriormente i tempi di attivazione. Detto questo, mentre dal punto di vista legale abbiamo 3 mesi per attivare una fornitura, nel peggiore dei casi possiamo impiegarci al massimo 1 mese e mezzo, quindi siamo piuttosto soddisfatti! 

Hai trovato la risposta?