Facciamo una piccola premessa. L’energia prodotta dai pannelli può essere consumata nel momento in cui viene prodotta (ad esempio se ci sono elettrodomestici accesi) o viene immessa in rete, quando viene prodotta energia ma non viene utilizzata. Questa energia in eccesso e immagazzinata dal sistema di accumulo (che spiegheremo subito sotto) viene poi riutilizzata la sera o la notte per poter usufruire degli elettrodomestici.

Il sistema di accumulo che offriamo noi ha un ingombro minimo perché l’inverter ha la batteria integrata e quindi in un unico contenitore c’è tutto ciò che serve per convertire la corrente da continua ad alternata e a poterla stoccare fino al momento del bisogno.

Con il sistema di accumulo solitamente si riesce a immagazzinare una quantità sufficiente di energia durante il giorno che basta anche per le ore serali, così da poter essere il più indipendenti possibili dalla rete elettrica di distribuzione. Chiaramente però se l’energia raccolta durante il giorno non fosse sufficiente al fabbisogno energetico l’impianto recupererà energia sempre dalla rete elettrica e non ci saranno problemi di alcun tipo.

Quindi il vantaggio di avere un sistema di accumulo incluso è che puoi immagazzinare l’energia prodotta durante il giorno e utilizzarla poi nel momento del bisogno. Così diventi indipendente e risparmi denaro.

Quando si parla di recupero dell’investimento in molti si concentrano solo su quanta energia immetti in rete e ti viene retribuita, ma dal nostro punto di vista il calcolo più appropriato deve anche tenere in considerazione di quanto le tue bollette si sono abbassate da quando hai un impianto fotovoltaico. E questo risparmio è senza dubbio più accelerato nel caso in cui hai un sistema di accumulo.

Hai trovato la risposta?