Tra le imposte presenti in una bolletta luce domestica troviamo l’accisa che è indipendente dal fornitore scelto visto che è stabilita dall’Autorità.

L’accisa cambia in base al consumo di energia in kWh in maniera indipendente dal tipo di contratto scelto. Al momento le accise per le forniture di residenza con potenza impegnata oltre 3 kW e/o con consumi oltre i 150kWh/mese sono pari a 0,0227€/kWh e lo stesso valore assumono per le forniture per non residenti.

Per chi ha una potenza impegnata con consumi fino a 150kWh/mese non ci sono costi.

Ad ogni voce della bolletta poi va aggiunta l’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA), che per gli utenti domestici ammonta al 10%.

Qui per conoscere tutte le altre voci che compongono il costo complessivo di una bolletta luce.

Hai trovato la risposta?